CONSIGLIO, CAVALLO ANGLO-ARABO SARDO: OK A MOZIONE SU GESTIONE LIBRO GENEAOLOGICO

24 Ottobre 2014 ore 08:00

CONSIGLIO, CAVALLO ANGLO-ARABO SARDO: OK A MOZIONE SU GESTIONE LIBRO GENEAOLOGICO

(CHB) - Cagliari, 22 ott 2014 - Approvata oggi in Consiglio la mozione n. 66 (Gaetano Ledda primo firmatario, di Sardegna Vera) sull'esigenza di ricondurre in ambito regionale la gestione del libro genealogico del cavallo anglo arabo sardo.
L?esponente della maggioranza ha quindi proceduto ad illustrare il documento sottoscritto da 58 consiglieri regionali (sia del centrosinistra che della minoranza) e che impegna il presidente della Giunta a ricondurre in ambito regionale la gestione del libro genealogico del cavallo anglo arabo sardo. Ledda ha ripercorso il testo della mozione nel quale si evidenzia l?importanza del cavallo anglo arabo sardo nella produzione zootecnica, nello sport e la sua rilevanza culturale e identitaria. Il consigliere di ?Sardegna Vera? ha quindi rimarcato il ruolo dell?associazione nazionale allevatori del cavallo anglo arabo (Anacaad) e ricordato che la stessa è in possesso di tutti i requisit i previsti dalle norme nazionali e comunitarie per la tenuta del libro genealogico. «Ma ? ha proseguito Ledda - nonostante le opportune istanze e le migliaia di firme raccolte, è stato negato all?Anacaad la tenuta del libro genealogico».
Il presidente della commissione Agricoltura, Luigi Lotto, ha dichiarato di condividere il testo della mozione illustrata dal consigliere Ledda e ne ha auspicato l?approvazione. «Serve che la Regione si riappropri del tema ? ha spiegato Lotto ? e così l?interlocuzione col ministero avrà un maggiore grado di autorevolezza, evitando così che sia solo l?associazione Anacaad ad occuparsi del problema della tenuta del libro genealogico del cavallo anglo arabo sardo». Il capogruppo dei Riformatori, Attilio Dedoni, ha dichiarato pieno sostegno alla mozione ed ha ribadito l?urgenza di iniziative adeguate per la risoluzione del problema inerente la tenuta del libro genealogico del cavallo anglo arabo sardo. L?esponente del la minoranza si è quindi detto fiducioso nell?operato del neo commissario Agris ed ha concluso evidenziando la rilevanza economica del settore.
Il consigliere del gruppo ?Soberania e Indipendentzia?, Pier Mario Manca, ha evidenziato come il problema della tenuta dei libri genealogici riguardi anche il settore delle razze ovine in Sardegna. «I libri genealogici dei cavalli come delle pecore e delle capre sono tenuti a Roma ? ha dichiarato Piermario Manca ? ed è necessario riportarli in Sardegna».
Il consigliere Oscar Cherchi (Forza italia), ex assessore dell'agricoltura, ha affermato di condividere la mozione, avvertendo però « che non sarà semplice arrivare a risultati concreti, ma ci dobbiamo impegnare, come ha ricordato il consigliere Manca, anche per ricoscere in modo tangibile il grandissimo lavoro fatto in questi anni dall?Istituto di incremento ippico per rilanciare la filiera».
Il consigliere Efisio Arbau, capogruppo di Sardegna V era, ha detto che la mozione è legata ad un progetto di riordino del settore predisposta anch?essa dal consigliere Ledda e «riguarda da vicino l?economia reale della Sardegna, per la capacità del settore di creare effetti moltiplicatori su un vasto indotto; l?iniziativa è poi molto tempestiva perché proposta ad inizio mandato». Il consigliere Pietro Pittalis, capogruppo di Forza italia, ha osservato che, ove fosse necessario un approfondimento, sarebbe opportuno rinviare ad un?altra seduta. (CHARTABIANCA) red - segue
Powered by:bizConsulting