Agrinsieme: necessaria e immediata riforma di Agea

13 Giugno 2014 in Politiche agricole

Fino al 2020 dovrà erogare al sistema agricolo italiano ben 52 miliardi di euro

“L’apprezzabile decisione con la quale il ministro Martina ha sbloccato gli oltre 80 milioni di pagamenti Pac ci ha indotto a sospendere responsabilmente il sit-in previsto per oggi davanti alle sedi di Agea. Ma restiamo vigili e pronti a scendere in piazza se le attese dovessero essere disattese”. Lo ha detto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Dino Scanavino, incontrando oggi -in rappresentanza di Agrinsieme- il presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Roberto Formigoni, e il vicepresidente della Comagri della Camera, Massimo Fiorio.
 
“Siamo di fronte a ritardi inammissibili che hanno messo molte imprese agricole in ginocchio. Ci vuole maggiore sensibilità da parte delle istituzioni -ha aggiunto Scanavino-. Terremo alta la guardia anche perché i problemi legati alla funzionalità di Agea restano tutti sul tavolo. L’auspicio è che, con l’insediamento del nuovo commissario Antonio Sernia, possa essere avviata una profonda revisione del sistema Agea che, è bene ricordarlo, da qui al 2020 avrà il compito di erogare al sistema agricolo italiano ben 52 miliardi di euro”.

Powered by:bizConsulting