Enapa: a Palau seminario di formazione rivolto a operatori e funzionari

27 Settembre 2016 in Politiche agricole

400 operatori, diverse centinaia di consulenti medici e legali in 240 sedi sul territorio nazionale, che hanno servito più di 250.000 utenti

Un 2016 con numeri importanti, che dimostrano il radicamento e la qualità del patronato di Confagricoltura. “Presentiamo un bilancio positivo in termini di consulenza e assistenza erogate e di risultati conseguiti, che dimostrano la capacità di essere presenti sul territorio e di crescere anche al di fuori del mondo agricolo e rurale. Ciò anche grazie alla professionalità dei nostri operatori, capaci di dare risposte e informazioni puntuali connesse al mondo del lavoro, alla previdenza, alla consulenza pensionistica, all’assistenza alla salute, fino alla gestione dei permessi di soggiorno”. Lo ha detto Roberto Poggioni, presidente Enapa, aprendo oggi a Palau i lavori del seminario di formazione rivolto agli operatori e ai funzionari delle sedi dell’Ente.
 
Nei tre giorni di lavoro si farà il punto con tutti i livelli della struttura, grazie anche alla partecipazione di relatori esterni che appartengono agli enti previdenziali-assistenziali, su tutte le novità previdenziali preannunciate dal Governo, come l’anticipo pensionistico (Ape), le denunce degli infortuni e delle malattie professionali e il progetto di Confagricoltura servizi alla persona. “I dati statistici sull’attività Enapa – continua Poggioni – dimostrano inequivocabilmente la nostra importanza strategica e pratica in risposta alle necessità della società civile e il nostro ruolo fondamentale di intermediari tra il cittadino e gli Enti previdenziali e assistenziali”.
 
Sono 400 gli operatori del Patronato di Confagricoltura, che prestano la loro opera – assieme a diverse centinaia di consulenti medici e legali – nelle 240 sedi dislocate su tutto il territorio nazionale. “Stiamo lavorando intensamente per innovare la nostra azione, rendendola sempre più puntuale e attenta ai reali fabbisogni – ha concluso Roberto Poggioni –. La nostra attenzione alla formazione, all’aggiornamento e alla semplificazione delle nostra attività è massima. Oltre al recente accordo con Federpesca, stiamo crescendo anche al di fuori del mondo agricolo e rurale, come dimostrano il numero delle pratiche e quello degli assistiti che sono aumentati sensibilmente: oltre 250.000 utenti si sono rivolti alle nostre sedi”.

Powered by:bizConsulting