Gelate e maltempo, Giansanti chiede interventi in deroga per le aziende danneggiate

16 Maggio 2017 in Politiche agricole

Ad avviso di Confagricoltura, vanno consentite le procedure di intervento degli enti regionali, che già si sono dimostrate efficaci in altre occasioni e vanno recepite le risorse necessarie per l’attivazione delle misure di aiuto

“I danni dell’emergenza maltempo di questi mesi  sono  notevoli e diffusi  ed hanno interessato tutta la penisola passando da siccità a grandinate, gelate, vento forte.  Facciamo nostra la richiesta al ministro, espressa dagli assessori regionali all’Agricoltura, sulla necessità ed urgenza della deroga alle disposizioni del DL 102/2004, al fine di permettere l’attivazione degli interventi di soccorso del Fondo di Solidarietà nazionale”.
Lo ha sottolineato il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti in una lettera che ha inviato al ministro per le Politiche agricole Martina sulla questione degli interventi a favore delle aziende colpite da calamità naturali.
 
Ad avviso di Confagricoltura, vanno consentite le procedure di intervento degli enti regionali, che già si sono dimostrate efficaci in altre occasioni e vanno recepite le risorse necessarie per l’attivazione delle misure di aiuto.
 
"C'è l'assoluta necessità di mettere in atto strumenti legislativi adeguati per rimborsare gli agricoltori – ha spiegato il presidente di Confagricoltura Giansanti - anche perché lo strumento assicurativo, indispensabile in casi come questi, non ha dato i risultati aspettati. Burocrazia, errori gestionali e procedure informatiche non funzionanti per la compilazione dei Piani assicurativi individuali (PAI) hanno portato molte aziende a non stipulare per tempo i contratti assicurativi e, di fatto, hanno disincentivato l’utilizzo dello strumento assicurativo”.
 
Confagricoltura confida sull'intervento del ministro Martina per trovare adeguate soluzioni alle notevoli difficoltà degli agricoltori.

Powered by:bizConsulting