Inflazione

14 Maggio 2014 in Politiche agricole

In calo i prezzi di frutta e verdura, ma resta un divario eccessivo tra quotazioni all'origine ed al consumo

L’inflazione è in calo per gli alimentari non lavorati, con i prezzi in diminuzione dello 0,1% su base mensile e dello 0,7% su base annua (era -0,6% a marzo); ciò mentre si registra un aumento dell’indice generale dei prezzi al consumo dello 0,2% rispetto al mese precedente e dello 0,6% nei confronti di aprile 2013 (dal +0,4% di marzo). Lo ricorda il Centro Studi di Confagricoltura analizzando i dati definitivi sui prezzi a consumo ad aprile, diffusi oggi dall’Istat.
 
Ma - ricorda Confagricoltura - se tendenzialmente i prezzi al consumo dell’ortofrutta scendono al di sotto dell’1%, quelli al produttore registrano decurtazioni a  doppia cifra (-10,9% per la frutta, -13,3% per gli ortaggi, a marzo 2014 su marzo 2013), con la situazione che ad aprile sembra anche peggiorare.
 
“Le criticità e disequilibri di filiera penalizzano i produttori, ma non danno grandi benefici ai consumatori – osserva Confagricoltura - . Non è così che si rilancia l’attività agricola; ci auguriamo che #Campolibero (il piano di azioni per l'agroalimentare che sta mettendo a punto il governo), affronti anche questo nodo cruciale per il sistema produttivo”.

Powered by:bizConsulting