MARTINA: testo unico per le norme del vino necessario punto di partenza per dare forza al settore

26 Febbraio 2014 in Politiche agricole

La proposta di un testo unico delle norme sul vino è un’ottima base di partenza che può dare slancio ad un comparto che con i suoi numeri traina davvero il Made in Italy agroalimentare.

VINO, MARTINA: TESTO UNICO PUNTO PARTENZA PER DARE FORZA A SETTORE MODELLO
(CHB) - Roma, 25 feb 2014 - “La necessità di semplificazione burocratica e amministrativa è uno dei motivi per cui è nato questo Governo e quindi tutte le iniziative legislative che vanno in questa direzione non possono che essere positive. La proposta di un testo unico delle norme sul vino è un’ottima base di partenza, che può dare slancio ad un comparto che con i suoi numeri traina davvero il Made in Italy agroalimentare. Il fatto che sia la filiera a proporre questo intervento è un’ulteriore notizia positiva, perché è il segno di un dialogo tra Istituzioni e imprese che va reso concreto ed efficace. La politica deve essere in grado di fare proprie le richieste di chi fa impresa e crea posti di lavoro, oggi più che mai. Invito quindi i Presidenti Sani e Formigoni e le Commissioni agricoltura di Camera e Senato a ragionare su questa opportunità per il settore vinicolo. Da parte mia assicuro che terremo conto del documento e solleciterò gli uffici del Ministero, che già si occupano di questo tema, a lavorare in tal senso”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha commentato la bozza di “Testo unico della vite e del vino”, documento che unifica tutte le disposizioni che disciplinano la materia del comparto vitivinicolo, presentato oggi da Agrinsieme, Unione italiana vini, Federvini, Assoenologi e Federdoc e consegnato ai Presidenti delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato, Sani e Formigoni. (CHARTABIANCA) red

Powered by:bizConsulting