Pesticidi: i prodotti italiani sono i piu' sicuri

28 Ottobre 2016 in Politiche agricole

E’ stato recentemente pubblicato dal ministero della Salute il “Rapporto sul controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti risultati in Italia per l’anno 2014”

 

Anche quest’anno le risultanze delle analisi dimostrano la totale sicurezza dei prodotti vegetali italiani, siano essi ortaggio, frutta, cereali o vino e olio.
 
Nel 2104 sono stati analizzati un numero maggiore di campioni rispetto a quelli previsti dal piano annuale dei controlli (7232 contro 6725), che dimostra la particolare attenzione che l’autorità pubblica ha nella tutela della salute pubblica.
 
In particolare sono stati analizzati ben 3081 campioni di frutta (35 %), 2612 di ortaggi (29%), 561 di cereali, 298 di olio, e 680 di vino.
 
Il settore ortofrutticolo risulta quindi il maggiormente controllato (64%) seguito da quello del vino (22%).
 
L'analisi dei dati per i singoli comparti
 
Ortofrutta
I risultati per questo settore sono molto positivi. Solo lo 0,5% è risultato al di sopra dei limiti di legge, contro lo 0,8% del 2013. In particolare i campioni di frutta irregolari sono stati lo 0.3% e quelli di ortaggi  lo (0.7%).
 
In pratica il 99,5% dell’ortofrutta italiana è sicura.
 
Più nel dettaglio la frutta risultata totalmente priva di residui per il 42,9% dei campioni, mentre il  56.8% sono i campioni con residui inferiori al LMR (quindi sicuri).
 
Rispetto al 2013 notiamo un leggero aumento dei campioni di frutta privi di residui (42.9% nel 2014 e il 42,2 % nel 2013) e una leggera diminuzione di quelli con residui sotto la soglia LMR (nel 2014 il 56,8% e nel 2013 il 57.1 % )
 
Relativamente agli ortaggi il 72.6 % dei campioni risulta privo di residui e il 26.7% con residui inferiori al LMR.
 
Raffrontando i dati degli ortaggi con l’anno precedente i campioni privi di residui sono aumentati nel 2014 (il 72,6 % per il 2014 e il 71.6% per il 2013 ), mentre notiamo una leggera diminuzione per i campioni con residui sotto del limite di legge (26.7 % per il 2014 e il 27.5 % per il 2013)
 
Olio, vino e cereali.

Tutti i campioni di questi prodotti  sono risultati regolamentari (100%), e vi è un leggero aumento dei prodotti regolari rispetto al 2013.
 
Prodotti biologici.

Una parte dei prodotti campionati sono di origine biologica.

Nel 2014 sono stati analizzati in totale 397 campioni di cui 111 di frutta, 103 di ortaggi, 46 di cereali, 8 di olio, 14 di vino, 26 di baby food, e 89 di altri prodotti.
 
Il 100% dei prodotti biologici sono risultati conformi ai requisiti di legge.
 
Il 94,5 % dei campioni non presenta residui mentre solo il 5.5 % presenta residui  ma comunque inferiori ai limiti tecnici di rilevamento (0,001%).

Powered by:bizConsulting