Sviluppo rurale: Commissione UE concede più flessibilità per spendere fondi 2007-2013

10 Giugno 2015 in Politiche agricole

La modifica consente di trasferire una percentuale maggiore dei fondi non spesi da un asse all'altro (dal 3 al 5%)

Con l'idea di rendere più agevole per gli Stati membri riuscire a spendere entro il 2015 i fondi impegnati nel 2013 nel quadro dei PSR 2007-2013, la Commissione europea ha adottato oggi una modifica al regolamento 807/2014 che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie. La modifica consente di trasferire una percentuale maggiore dei fondi non spesi da un asse all'altro (dal 3 al 5%) e concede un mese supplementare per notificare tali decisioni da parte degli Stati membri alla Commissione (la scadenza per tale comunicazione è ora fissata al 30 settembre 2015).


Powered by:bizConsulting